Windows 10 non rispetta le scelte sulla privacy degli utenti, parola dell’EFF.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Anche oggi vi vogliamo parlare di Windows 10, il noto sistema operativo creato da Microsoft, il quale è riuscito ad attirare a sé nuovamente delle critiche per il suo funzionamento, considerato scorretto da molte persone. Questa volta è l’Electronic Frontier Foundation (EFF) ad aver accusato l’azienda di Redmond di non prestare ascolto alle scelte dei vari utenti per quanto riguarda la privacy del proprio device.

Amul Kalia dell’Electronic Frontier Foundation ha voluto riferire tutta la sua preoccupazione a riguardo dichiarando che “Windows 10 invia a Microsoft una quantità di dati senza precedenti. L’utente può disabilitare alcune impostazioni ma non c’è garanzia che il computer smetta di inviare i dati a Microsoft.”

A ribattere alle dichiarazioni riportate qua sopra è stato un portavoce dell’azienda di Redmond, il quale ha dichiarato a ZDNet che “Microsoft si impegna a garantire il rispetto della privacy degli utenti, garantendo che i clienti abbiano le informazioni e gli strumenti necessari per decidere con cognizione di causaabbiamo ascoltiamo i feedback dei nostri clienti e fatto evolvere il nostro approccio al procedimento di upgradeWindows 10 continua a vantare la più alta percentuale di soddisfazione rispetto a qualsiasi altra versione di Windows”.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close