Apple watch deve garantire la privacy

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Ancora non è arrivato sul mercato, eppure il nuovo Apple Watch già si trova a fare i conti con la tutela della privacy.

George Jepsen procuratore generale del Connecticut ha inviato una lettera al CEO di Apple, Tim Cook, chiedendo appunto informazioni su Watch Apple, ed un incontro con i rappresentanti dell’azienda.

Il procuratore ha fatto diverse domande, per cercare di capire come vengono trattati i dati degli utenti, quali dati verranno raccolti e memorizzati, inoltre il Sig. Jepsen chiede ad Apple spiegazione dei dati raccolti dalle App .

Le osservazioni sono state molte vediamole insieme:

Le informazioni che Apple farà memorizzare ad Apple Watch , verranno salvate sui server ?

In che modo verranno gestite tali informazioni?

In che modo Apple gestirà i dati per le App, e in che misura restrittiva Apple applicherà le politiche di rifiuto per le applicazioni di terze parti che non rispettano la protezione sulla privacy , anche in campo medico

In che modo sia Apple che gli utenti potranno avere queste informazioni

Probabilmente alcune risposte già ci sono, come ad esempio le app non potranno mai condividere le informazioni con terzi se non espressamente voluto dall’utente, alcune informazioni di HealthKit non saranno memorizzate in iCloud.

A mio avviso Apple Watch sarà un prodotto di grandissimo successo ed aprirà le porte ad un nuovo mercato mondiale, con degli ottimi risultati in campo medico e fitness.

Voi cosa ne pensate?

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close