Cosa vorremmo vedere sul prossimo iPhone

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Il MWC di Barcellona si è concluso da poche ore, Samsung, Sony, Huawei e altre importanti aziende hanno calato i loro assi. Certo, manca ancora HTC, che il prossimo 25 marzo presenterà ufficialmente il suo nuovo One. Ma adesso sono in molti a chiedersi quando e cosa Apple svelerà tra giugno e settembre. E come sempre è lei una delle protagoniste più attese dell’anno.

Quest’anno i rumors fervono, in tanti si aspettano caratteristiche innovative, dato che ogni due anni Apple cambia qualcosa nel suo idevice di punta. Ma quali sono le caratteristiche più desiderate che vorreste vedere sul prossimo iPhone? Vediamole insieme:

Display più grande

Diciamo che concordiamo sul fatto che tutti chiedono da tempo uno schermo più grande per il prossimo iPhone ed Apple ha a propria disposizione tutta la tecnologia per poterlo realizzare. Se la società rilasciasse un dispositivo da 5 pollici, ad esempio, riuscirebbe sicuramente a conquistare una grossa fetta di utenti che con gli anni hanno deciso di scegliere dispositivi Android, i quali tra le altre cose hanno anche display di dimensioni nettamente maggiori.

Un display più grande non significa necessariamente avere un dispositivo più grande: Apple potrebbe contenere le dimensioni del dispositivo offrendo un display molto più usabile ed un sistema operativo ancora più evoluto nelle gesture e nell’interfaccia utente.

Design curvo

Non parliamo di un display curvo o flessibile, bensì del design stesso. iPod ed iPad hanno le forme nei punti giusti che ne migliorano l’usabilità. iPhone invece, sin dalla sua quarta versione ha assunto un design molto più spigoloso che, anche se agli occhi risulta bello, al tatto può talvolta sembrare scomodo, soprattutto ora che sono disponibili le nuove gesture a tutto schermo.

iOS 7 ha introdotto queste nuove gesture che rendono tutto molto più semplice e veloce, quindi Apple continuerà su questa strada anche con iOS 8. iPhone 6 inoltre sarà ancora più sottile con cornici ancora meno spesse. Un design con linee più morbide sarebbe quindi gradito.

Sensori intelligenti

iPhone 5s ha a propria disposizione nuovi sensori innovativi e particolarmente utili come il Touch ID o il co-processore M7. Questi sensori possono però essere sfruttati meglio, come ad esempio estendere le possibilità di utilizzo del Touch ID con applicazioni di terze parti, o sfruttare l’M7 per gestire nuovi accessori come iWatch e l’applicazione HealthBook.

Per non parlare poi della fotocamera iSight migliorata, del sistema di navigazione compatibile con nuovi sistemi di tracciamento. Molti dei sensori sono già presenti, basta aumentarne le funzionalità.

Durata della batteria

Spesso ci ritroviamo con smartphone potenti che però hanno un’autonomia inferiore ad una giornata. Ormai gli iPhone hanno un’autonomia inferiore a quella dei MacBook Pro.

Apple ha realizzato ogni anno iPhone sempre più potenti, sottili e con caratteristiche innovative pur mantenendo sempre lo stesso livello di autonomia del dispositivo. Come caratteristica innovativa di questo iPhone 6 sarebbe auspicabile quindi una batteria rivoluzionaria, capace di durare molto più di quelle attuali.

Ottiche per gli scatti

La fotocamera iSight di iPhone è una tra le migliori presenti nel settore dei dispositivi mobili. È vero, è pur sempre una fotocamera da 8MP, ma è comunque in grado di rivaleggiare anche con fotocamere che hanno caratteristiche tecniche più apprezzabili. La iSight è molto piccola in confronto a quelle montate sui telefoni della concorrenza e questo è dovuto al fatto che in realtà è il processore di iPhone che fa tutto il lavoro: esso raccoglie tutti i dati provenienti dalla fotocamera e li elabora in modo tale da fornire un risultato eccezionale.

La qualità di una fotocamera non si dovrebbe valutare in base alle caratteristiche tecniche, bensì sulla sua capacità di eseguire ottimi scatti nelle più disparate condizioni di luce. Se Apple riuscisse a realizzare ottiche intelligenti capaci di adattarsi alla più ampia gamma di luce, iSight sarebbe vicina alla perfezione.

WIFI più veloce

iPhone 5s è già veloce di suo grazie al supporto alle reti wifi 802.11n. Tuttavia Apple ha già reso compatibile col wifi 802.11ac la linea Mac ed AirPort Extreme, il che significa uno scambio di dati ancora più veloce. Il wifi 802.11ac però non significa solo velocità, ma pure risparmio energetico, e sappiamo quanto siano fondamentali sia una che l’altra cosa quando siamo in mobilità.

In un mondo fatto di continui download, streaming e sincronizzazioni, è fondamentale avere un accesso più veloce alle reti wifi. In questo modo lo scambio di dati dura meno tempo e le componenti dei nostri dispositivi possono lavorare per meno tempo, portando un significativo risparmio energetico.

E voi cosa vorreste vedere sul prossimo iPhone?

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close