Vittorio Merloni il visionario dell’elettrodomestico MADE IN ITALY

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Ieri 18 giugno 2016 è venuto a mancare uno degli uomini più importanti dell’industria italiana Vittorio Merloni , io personalmente ho avuto modo di conoscerlo in un paio di occasioni , seppur per brevissimo tempo , un uomo che lascia il segno per tutta la vita.

Le sue capacità di vedere ed interpretare  il mercato ancor prima degli altri ha fatto si che questa azienda prima Merloni Elettrodomestici , successivamente Indesit Company ed oggi facente parte di una delle più grandi aziende del Mondo Whirlpool  è diventata leader Italiano ed Europeo negli elettrodomestici , sia da incasso che da libera installazione.

La sua semplicità e la sua umiltà ha reso questa azienda fantastica , fiore all’occhiello del Made in Italy , basti pensare che qualche anno fa veniva nominata “Margherita” una delle lavatrici che ha fatto storia nel mercato dell’elettrodomestico , semplicità come chiamare una figlia , ed ancora oggi ci sono persone che entrano nei negozi di elettrodomestici e non chiedono una lavatrice ma chiedono “Margherita” , queste sono storie che lasciano il segno , sono storie che possono essere scritte solamente da aziende fantastiche come la Indesit Company , fatta da semplicità , amore ed armonia,  capitanata da un Visionario come Vittorio Merloni.

Nel mercato attuale degli elettrodomestici e non,  la maggior parte dei ruoli più importanti è occupato da uomini e donne che hanno studiato nella grande università “Merloni” , i maggiori talenti del mercato italiano del settore hanno lavorato in questa azienda.

Quest’uomo  è difficile  poterlo rimpiazzare , uomo che ha dedicato la propria vita alla sua azienda , con amore e dedizione , dando migliaia di posti di lavoro , a persone felici di poter lavorare per lui , per la storia dell’azienda , Vittorio Merloni rimarrà per tutti un uomo da cui poter prendere spunto nella propria vita per cercare di costruire qualcosa di veramente importante che possa lasciare il segno sia in vita che dopo la morte proprio come ha fatto lui.

Onore e Rispetto al Dottor. Vittorio Merloni , che ringrazio personalmente per avermi dato l’opportunità di far parte della sua fantastica azienda.

SENTITE condoglianze alla sua famiglia.

Walter Cicerone.

Una piccola curiosità per rimanere in tema della tecnologia , chi se non Merloni poteva studiare con Apple una lavatrice ?

Parliamo di LAVINTOSH  un progetto del 1992 , una idea nata per gioco tra gli ingegneri della Merloni ed Apple , con un incontro fatto a Cupertino nella sede Apple.

lavintosh

 

Questa doveva essere la prima lavatrice Hi-Tech firmata Apple e Merloni , un articolo di “Ernesto La Guardia” , direttore della rivista “Multimedia PC” , un fax da lui ricevuto in cui veniva raccontato appunto di questo progetto segreto  tra le due aziende per una lavatrice all’avanguardia , una sinergia perfetta tra industria meccanica ed informatica.

Una lavatrice che attraverso un micro-processore ed un display era in grado di riconoscere il peso i capi introdotti ed altro ,  per ottimizzare tempi e consumi, e cercare di inquinare meno.

Questo però non fu uno scoop ma una burla , creata dal direttore “La Guardia” , che si era inventato tutto , spiegando ai propri lettori “visto che il mercato dei PC era in crisi , dunque per i produttori c’è  bisogno di nuovi spunti , magari stimolando la domanda tra industria elettromeccanica ed informatica”.

Questo connubio poteva generare delle lavatrici “Lavintosh” adatte per stili di vita anche a single , piuttosto che casalinghe visto l’ottimizzazione attraverso micro-processori e display.

La cosa più bella è che Vittorio Merloni leggendo la rivista “Multimedia PC” , scrisse una lettera indirizzata al” Dottor. Sergio Nanni amministratore delegato all’epoca di Apple Computer Italia , con sede a Milano,” chiedendo appunto se anche da loro era stato letto l’articolo , confessando di essere rimasto particolarmente “incuriosito” da questa storia , riguardante Lavintosh ed un accordo tra Apple e Merloni , “Non so in che modo la fantasia dei giornalisti sia potuta arrivare a Lavintosh , ma la nostra società è realmente al lavoro per produrre qualcosa di simile, l’idea di poterlo realizzare con la Apple non è un idea da scartare“.

Tutta questa vicenda si è conclusa con una visita a Cupertino , dove però il progetto non è andato avanti.

Però bisogna dire che alla fine lavatrici intelligenti  sono state messe in produzione e vendute a milioni di Italiani e non  , basti pensare ad AQUALTIS  la lavatrice che ha venduto di più di ogni altra lavatrice  fino ad oggi nella storia .

 

Voi cosa ne pensate vorreste una lavatrice firmata Apple ?

 

 

 

 

 

 

 

Close