Il team del Digital Service utilizza le parole di Steve Jobs per attirare nuovi talenti a collaborare.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Il 20 gennaio è stato l’ultimo giorno da Presidente degli Stati Uniti per Barack Obama, ed il Digital Service, cioè l’Azienda Digitale nata nell’agosto del 2014 per riuscire nell’impresa di convincere i grandi talenti della Silicon Valley a collaborare con le varie agenzie governative.

Il Digital Service, proprio in questi giorni, per convincere nuovi tecnici del mondo IT a collaborare sta utilizzando un estratto di un’intervista del 1994 al noto co-fondatore di Apple, Steve Jobs, durante la quale spinge l’utenza ad andare oltre gli schemi prefissati dalla nostra società, così da stravolgere completamente le vite di tutti.

Questo qua di seguito è l’estratto in questione “Quando cresci di solito ti dicono che il mondo è così e la tua vita è semplicemente da vivere nel mondo così com’è. Cerca di non sbattere troppo sui muri, cerca di avere una vita familiare felice, divertiti, risparmia qualche soldo… ma quella è una visione veramente limitata della vita. La vita può essere molto di più quando scopri un semplice fatto: tutto ciò che è intorno a te, e che chiami “vita”, è stato inventato da persone che non erano più intelligenti di te; si possono cambiare le cose, si possono influenzare le scelte, costruire cose che le altre persone possono usare. E nel momento in cui capisci che puoi colpire la vita e fare uscire qualcosa di tuo, quando capisci che puoi cambiare il mondo, lo puoi modellare… beh questa è forse la cosa più importante: il riuscire a smuovere questa vecchia nozione per la quale la vita è lì e tu puoi semplicemente viverla, anziché abbracciarla, cambiarla, migliorarla… lasciare un segno… io credo che questo sia molto importante e in qualsiasi modo lo si impari, una volta che lo si è imparato si vorrà cambiare la vita, renderla migliore, perché è davvero incasinata in molti modi. Una volta imparato questo non sarete più gli stessi!”

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close