Un nuovo brevetto Apple per censurare le parolacce nelle canzoni e negli audiolibri.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

E’ da due anni che l’azienda di Cupertino vuole venire in aiuto di tutti quei genitori che non vogliono far ascoltare ai propri figli dei brani espliciti contenenti delle parolacce o delle frasi che potrebbero disturbare la normale educazione dei loro figli. Oppure per aiutare tutte quelle persone che non tollerano sentire delle brutte parole in un audiolibro o in una canzone. Infatti, nel 2014 la Apple ha presentato un brevetto, al solito ufficio brevetti, dal nome “Management, Replacement and Removal of Explicit Lyrics during Audio Playbook” cioè “Gestione, sostituzione e rimozione di testi espliciti durante gli audiolibri”.

Ora la richiesta è stata inserita nel database dei brevetti appena la scorsa settimana, così riporta il noto sito Business Insider, però non si riesce a capire se il brevetto sia stato o meno già concesso all’azienda di Cupertino per poterlo mettere in pratica sui suoi dispositivi.

L’idea della Apple sarebbe di introdurre questa tecnologia sui tanti dispositivi della Mela, così da oscurare tutte le parolacce presenti nelle canzoni e negli audiolibri e permettere quindi ai genitori di stare molto più tranquilli. Ovviamente questa tecnologia non sarà obbligatoria, ma l’utente potrà scegliere se ascoltare la versione modificata in tempo reale oppure quella originale.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close