Apple supporta maggiormente gli artisti rispetto a Spotify, parola di Sean Glass.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Spotify ha intenzione di ridurre i compensi agli artisti che usufruiscono della nota piattaforma di musica in streaming per diffondere la propria musica. Per questo motivo, Sean Glass, che per chi non lo sapesse è titolare di un’etichetta discografica indipendente ed in precedenza ha collaborato al lancio di Apple Music, ha voluto dire la sua a riguardo, sottolineando il fatto che Apple ha invece deciso di supportare maggiormente gli artisti.

Questa qua di seguito è la dichiarazione di Sean Glass riguardante il modo di fare di Apple con i vari artisti, ed ovviamente il grande supporto che riesce a fornire a quest’ultimi “Non sono più un loro dipendente e non ho niente da guadagnarci ma appoggio pienamente Apple come leader e unica parte rilevante. Apple paga royalty più alte e investe decine di milioni in contenuti che altrimenti gli artisti non potrebbero mai creare. Un sacco di video non sarebbero esistiti senza il coinvolgimento di Apple. C’è l’intimo coinvolgimento creativo da parte di Apple, arrivando alla regia dei video.”

Insomma, nonostante Sean Glass non lavori più per la Mela continua a supportare pienamente l’operato di Apple Music ed il modo in cui vengono supportati gli artisti rispetto al grande rivale Spotify.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close