Schiller spiega il motivo dell’assenza di MacBook ed iMac touch.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

In molti nel corso degli ultimi anni si son chiesti come mai l’azienda di Cupertino non avesse mai deciso di produrre un MacBook oppure un iMac con schermo touchscreen. Ora, dopo le recenti dichiarazioni di Craig Federighi, anche Phil Schiller, il noto responsabile del marketing mondiale di Apple, ha voluto risolvere tutti i dubbi dell’utenza della Mela.

Ecco le dichiarazioni in questione di Phil Schiller “Apple è arrivata a questa conclusione provando se gli schermi touch avessero senso sul Mac. I nostri istinti dicevano di no, ma che diamine, potevamo sbagliarci, così i nostri team hanno lavorato su questo per un certo numero di volte nel corso degli anni. Ne siamo usciti con la convinzione assoluta che non è la cosa giusta da fare. I nostri istinti erano corretti.”

Inoltre, Schiller spiega che “Se dovessimo fare il multitouch sullo schermo dei notebook non sarebbe sufficiente e poi nei desktop non funzionerebbe nello stesso modo. E il touch sui desktop sarebbe un disastro. Riuscite a immaginare un iMac 27” dove si deve raggiungere in aria per toccare e fare le cose? Questo diventa assurdo. Non è possibile ottimizzare per entrambe le soluzioni. È il pensiero del minimo comune denominatore.”

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close