Samsung al lavoro su indossabile per anticipare ictus

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Alcuni ingegneri di Samsung hanno studiato un sistema per sfruttare il potenziale del proprio telefono o tablet al fine di poter avvertire un individuo di un ictus imminente. Il sistema rivelerebbe i primi segni di un ictus monitorando le onde cerebrali, e potrebbe un giorno essere integrato negli occhiali per mantenerci al sicuro tutto il tempo.
Un ictus si verifica quando l’afflusso di sangue a una parte del tuo cervello viene bloccata da un coagulo o perché danneggiata da una emorragia, la quale fa sì che le cellule cerebrali nella zona interessata vanno a morire. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, 15 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di un ictus ogni anno. Circa il 66% di queste persone muoiono o restano in vita ma con disabilità fisiche permanenti.
Per tentare di risolvere o almeno anticipare questo evento monitorando le onde cerebrali, cinque ingegneri di Samsung hanno creato un prototipo di sistema chiamato Early Detection Sensor & Algoritmo Package (EDSAP). Ci sono due parti del sistema:
– un auricolare, coperto di sensori che registra impulsi elettrici nel cervello;
– una applicazione mobile, in cui un algoritmo analizza le onde cerebrali e, in meno di un minuto, determina la probabilità di un ictus.

Il progetto è partito due anni fa, e nonostante i medici fossero “sprezzanti”, gli ingegneri hanno deciso di dare vita al progetto di Samsung Creativity Lab, o C-Lab. Il C-Lab aiuta i dipendenti di Samsung a trasformare le idee creative o stravaganti in prodotti potenzialmente interessanti per fini commerciali o interessanti come in questo caso anche per motivi di salute.
Il team reckon Samsung ha migliorato il metodo medico attuale con l’introduzione dell’auricolare, che è fatto di un materiale conduttivo e confortevole di gomma, che non richiede una soluzione salina da strofinare sulla testa.

Il materiale di gomma pertanto sembra abbastanza versatile per diventare anche altre cose: anziché utilizzare una cuffia, per esempio, i sensori potrebbero essere messi in forcine o occhiali da vista così da aver modo di poterli portare tutto il tempo e monitorare le onde cerebrali costantemente.

Oltre a fornire un allarme tempestivo sulla possibilità di un ictus, il sistema è in grado di analizzare modelli di stress e le fasi del sonno. I principi di EDSAP potrebbero potenzialmente essere utilizzati per monitorare elettrocardiogrammi, così il team sta cercando di capire come la tecnologia potrà essere utilizzata per monitorare anche il cuore.
Tuttavia, EDSAP è ancora nelle primissime fasi, con studi clinici e svariate misure opportune da adottare prima che la tecnologia EDSAP possa essere pronta per il grande pubblico.

“L’ infarto non è inevitabile”, dice Joe Korner, Direttore delle Relazioni Esterne presso la Stroke Association. “In molti casi ci sono semplici passi che le persone possono. ” le persone possono agire per ridurre il rischio di ictus, come mantenere la loro pressione sanguigna sotto controllo, cercare di avere una dieta equilibrata e fare più esercizio fisico. Chiunque abbia paura che possa rischiare di essere colpito da ictus dovrebbe fare una chiacchierata con il loro medico di famiglia e quando qualcuno ha un ictus è vitale che riceva un trattamento medico di emergenza il prima possibile. “Se pensate che qualcuno stia avendo un ictus”, consiglia Korner “, può utilizzare il test FAST per poter riconoscere i segni:
– F ace (Viso) : La persona sorride? La sua bocca o gli occhi sono aperti ?
– A rms (Braccia) : se riesce ad alzare entrambe le braccia?
– S Peech (Parla) : La persona parla chiaramente e capisce quello che dici?
– Time (Tempo) : chiamare il pronto intervento . ”

Se volete sapere di più sull’ ictus , se volete proteggere voi stessi e i vostri cari, rivolgetevi al vostro medico di fiducia o alle strutture competenti.
La tecnologia indossabile sarà sempre di più parte integrante se non predominante della Tecnologia in sé e per sé.

image

(via)

Massy11gsxr

Ex iphone 3gs,4,5 x poi provare il lato alieno con s3e ora con superS4!

Potrebbe interessarti anche...

Close