Samsung Galaxy S5, le nostre impressioni[FOTO]

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Ad appena tre giorni dal lancio ufficiale sul nostro mercato, nella giornata di oggi abbiamo avuto modo di provare una versione dimostrativa del Samsung Galaxy S5, il nuovo top di gamma della casa coreana.

Il modello a nostra disposizione era di colore nero, e dobbiamo ammettere che la presa e l’ergonomia sono molto buone, anche se di dimensioni un po’ più grandi rispetto al precedente S4, resta comunque una piacevole sensazione nell’impugnarlo. Dalle livree più squadrate (decisamente più in linea con il form factor di Note 3), si nota subito l’ampio display da 5,1″ Super Amoled Full HD 1080p, dai colori ancora migliorati rispetto al suo predecessore, meno saturi e con un’ottima resa dei neri. La back-cover in policarbonato lavorato risulta gommata e dalla trama forata, ovviamente estraibile per consentire l’accesso alla batteria da  2800 mAh e alla slot micro sd. Da notare la protezione posta sia lungo la parte interna della cover posteriore che all’ingresso micro usb 3.0 a protezione dall’acqua, dato che S5 risulta certificato IP67, quindi resistente all’acqua fino a mezz’ora (qualcosa in meno per l’acqua del mare).

Presente il lettore di impronte digitali, che oltre a permettere lo sblocco del telefono, sfrutta applicativi che richiedono una certa “sicurezza” di sbarramento come il pagamento via PayPal (con cui c’è una partnership).

Accedendo alla fotocamera da 16 megapixel e mettendola a confronto con quella di un S4 in nostro possesso, abbiamo notato subito la differenza dell’angolo di visualizzazione, decisamente più ampio in S5, oltre che la maggiore velocità di scatto (appena 0,3 millisecondi per la messa a fuoco lo rendono il device più veloce attualmente sul mercato). Ampliati i già tanti effetti e filtri da applicare alle foto (presente anche all’interno del reparto fotografico il tab “download” che darà modo all’utente di scaricare dallo store altri eventuali effetti che mano mano verranno aggiunti), alcune caratteristiche hanno attirato la nostra attenzione:

  • Tour Virtuale: permette di scattare le foto e ricreare una sorta di tour virtuale in 3D a 360 gradi;
  • Focus Select: consente di ritagliare soggetti e oggetti dallo sfondo regolandone la profondità di campo, un po’ come avviene con una reflex;
  • Continues Shot: permette di scattare foto in continuazione

Da non dimenticare la possibilità di girare video in 4K.

Ricordiamo in sintesi le caratteristiche tecniche di questo S5:

  • Sistema operativo Android 4.4 KitKat con TouchWiz UI
  • Display da 5.1 pollici Full HD 1080p
  • Fotocamera da 16 megapixel con flash LED e videorecording 4k HD
  • Fotocamera anteriore da 2.1 megapixel
  • Processore quad-core 2.5GHz Qualcomm Snapdragon 801 MSM8974AC con 2GB di Ram
  • Memoria da 16 o 32GB espandibile via microSD
  • 150 Mbps 4G LTE
  • Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 4.0, GPS, NFC, IR remote
  • Batteria da 2800mAh
  • Dimensioni di 142×72.5×8.1 mm per 145 grammi

Importante specificare che è dotato di tecnologia MIMO 2 (Multiple-input and multiple-output): in pratica monta due antenne wifi, una invia e l’altra riceve, arrivando a scaricare in maniera 3 volte più veloce degli altri terminali attualmente presenti sul mercato.

Anche l’autonomia del telefono ha ricevuto attenzione da parte del colosso coreano: infatti su questo S5 viene offerta la modalità Ultra Power Saving Mode, una sorta di modalità di risparmio energetico che permette all’utente di far consumare al dispositivo solo il 10% di batteria nel corso di 24 ore (misurate in stand-by).

Insomma, nel breve tempo a nostra disposizione, possiamo dire che Samsung ha lavorato bene, andando a migliorare il già ottimo lavoro svolto con S4 e offrendo al mercato un dispositivo esteticamente gradevole e dalle tante migliorie hardware e software.

Insieme al Galaxy S5, abbiamo avuto modo di vedere anche il Gear Fit, sempre in colorazione nera. Anch’esso ci è piaciuto molto, davvero leggero e pratico, si associa facilmente in bluetooth con l’S5, permettendo la visualizzazione di ora e data, oltre che delle varie notifiche, timer, contapassi, battito cardiaco (da notare che anche su S5 è presente sotto la fotocamera il sensore di battito cardiaco) sul bel display verticale. Perché verticale il display? Semplice, perché Gear Fit andrebbe indossato con il display rivolto verso l’interno del polso, così da poter monitorare meglio il nostro battito cardiaco durante una camminata o una corsa a piedi o in bicicletta.

Sicuramente compatibile con i vari smartphone della famiglia Galaxy, sarà da vedere se, come si vocifera, sarà compatibile anche con altri device Android, scelta che permetterebbe a Samsung di vendere ancora più Gear Fit, a nostro modo di vedere.

Vi lasciamo con una galleria di immagini scattate nella nostra breve prova:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chi di voi pensa di acquistarlo?

Potrebbe interessarti anche...

Close