Negozianti obbligati a ritirare i rifiuti elettronici “uno contro zero”

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+1Email this to someone

La normativa europea  è stata recepita anche dall’Italia, non è fondamentale acquistare ulteriori apparecchi elettronici per poter usufruire dello smaltimento del prodotto elettronico da buttare.

Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto che recepisce la normativa europea sulla gestione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche RAEE.

Chiunque possegga un piccolo elettrodomestico può portarlo in un negozio di elettronica e lasciarlo li per poi successivamente farlo buttare, piccolo elettrodomestico sono intesi anche apparecchiature come smartphone, tablet, ecc. fino a pochissimo tempo fa era in vigore “uno-contro-uno”, ossia si andava in un negozio si acquistava un nuovo prodotto ed incluso se volevamo c’era anche lo smaltimento del vecchio ovviamente gratuitamente, con questo nuovo decreto si applica “uno-contro-zero”, ossia non si ha nessun obbligo di acquisto per potersi disfare di una vecchia apparecchiatura di piccoli elettrodomestici, l’unico vincolo è che il negoziante deve avere una superficie minima di 400 metri quadrati.

Sicuramente un passo in avanti “ecologico” è stato fatto, il tutto semplifica lo smaltimento di queste piccole apparecchiature elettroniche.

ewaste-uno-zero_t

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close