La funzione “Stai Bene?” di Facebook sbaglia ancora.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Come tutti voi ben saprete, su Facebook è presente la funzione “Stai bene?” che dal suo primo utilizzo nel lontano 2011, per il terremoto in Giappone, ad oggi si è rivelata davvero molto utile. Questa funzione si attiva automaticamente in caso di disastri naturali oppure di attentanti, come nel caso degli attentati avvenuti a Parigi lo scorso novembre oppure di quelli avvenuti recentemente a Bruxelles, e serve a far sapere ad amici, colleghi e familiari dell’utente che sta bene e che non si devono preoccupare. Ovviamente, questa funzione è stata presa di mira fin dall’inizio a causa di qualche problematica che si è verificata più di una volta nel corso del tempo, specialmente per quanto riguarda la locazione dei disastri.

Infatti Facebook è stato accusato di utilizzare quest’utilissima funzione soltanto per i disastri occidentali e non per quelli orientali. Quando si sono verificati gli attentati di Parigi è stata attivata subito, mentre per gli attentati di Beirut avvenuti soltanto 24 ore prima la funzione non si è mai attivata.

Ora però si è verificato un altro problema, infatti dopo la strage nel parco giochi di Lahore in Pakistan, la funzione “Stai bene?” si è attivata ma è giunta a delle persone che non c’entravano niente né con la strage né con il Pakistan. Infatti sono state inviate delle richieste di cliccare il pulsante “Stai bene?” a persone degli Stati Uniti, dell’Inghilterra, dell’Italia e di tante altre parti del mondo. Ovviamente tutto questo ha causato un po’ di panico in quelle persone, le quali pensavano di trovarsi in una zona pericolosa, magari a causa di un disastro naturale oppure di un attentato.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close