La CBS spiega il motivo del rifiuto di entrare nel mondo dell’Apple TV in abbonamento.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Vi abbiamo parlato più di una volta dei vari tentativi da parte della Apple di creare il suo servizio di streaming online in abbonamento sulla propria Apple TV. Per far ciò, ovviamente, l’azienda di Cupertino necessiterebbe di una base che possa offrirle tutti i contenuti di cui ha bisogno, sia lei che l’utenza che in futuro dovrà acquistare questo fantomatico abbonamento. La notizia che spopolava di più negli ultimi tempi riguardava il fatto che tutti i grandi canali USA come HBO, CBS e tanti altri, si erano rifiutati di collaborare con la Apple e quindi firmare un accordo d’intesa tra le due parti. In questi giorni la CBS ha voluto rilasciare una dichiarazionione a riguardo per spiegare come stanno realmente le cose.

E’ Leslie Moonves, l’amministratore delegato della CBS, ad aver rilasciato la dichiarazione in questione, durante un’intervista nella quale dice che ci sono state delle conversazioni tra le due grandi società per ottenere la diffusione di alcuni canali in streaming su una piattaforma prestigiosa come l’Apple TV, però ora queste conversazioni hanno avuto fine perché non si è riusciti a raggiungere un’intesa sul futuro prezzo dell’abbonamento.

Infatti sembra che la Apple voglia offrire ai propri utenti un pacchetto di canali in abbonamento ad un prezzo inferiore ai 30$ al mese, mentre la CBS non sarebbe d’accordo, ritenendo questo prezzo troppo basso.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close