Craig Federighi spiega lo scopo della Touch Bar.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Nella giornata di ieri la Apple ha presentato al mondo i nuovi MacBook Pro, e con quest’ultimi è arrivata anche la nuova Touch Bar personalizzabile, la quale va a sostituire i tasti funzione. Craig Federighi, il Senior Vice President Software Engineering dell’azienda di Cupertino, ha rilasciato un’interessante intervista allo YouTuber Marques Brownlee, durante la quale il dirigente della Mela ha elogiato questa novità introdotte nei nuovi MacBook Pro, evidenziando il fatto che la Touch Bar offrirà enormi potenzialità agli sviluppatori interessati.

Durante la video intervista in questione, Craig Federighi ha dichiarato che “Benché tecnicamente sia uno schermo, si tratta ad ogni modo di un dispositivo di input e non un display secondario. L’utente può dare uno sguardo alla Touch Bar per individuare o usare un controllo ma l’obiettivo primario deve essere lo schermo principalenon devono essere visualizzati messaggi di avviso o altri elementi che potrebbero distrarre l’attenzione dell’utente dal lavoro principale sullo schermo.”

Vi ricordiamo che le funzioni mostrate sulla Touch Bar variano di applicazione in applicazione. Inoltre, l’utente può personalizzarla a proprio piacimento inserendo i pulsanti che più preferisce. La Mela ha anche spiegato agli sviluppatori che sulla Touch Bar non devono comparire delle notifiche ma devono essere presenti soltanto delle icone che ricordino dei pulsanti fisici, così da non distrarre l’utente dall’attività che sta svolgendo sullo schermo.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close