Ecco perché la Apple ha acquistato Topsy.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Apple nel 2013 ha acquistato Topsy, il Twitter Analytics per eccellenza, a quel tempo considerato come il miglior strumento di analisi delle conversazioni. Il motivo dietro a questa acquisizione non è mai stato svelato dall’azienda di Cupertino e il mistero si è infittito ancor di più quando poco tempo fa Topsy ha chiuso, per l’esattezza qualche settimana fa.

Per nostra fortuna un ex dirigente di Topsy ha voluto spiegare, sempre ipoteticamente, quali potrebbero essere le ragioni che hanno spinto la Apple in un primo momento ad acquistare Topsy e successivamente, dopo pochi anni, a chiuderla definitivamente (infatti ora la pagina di Topsy rimanda ad una pagina di supporto per la ricerca su iOS 9.

L’ex dirigente in questione, un certo Aaron Hayes-Roth, ha voluto precisare che secondo lui la Apple non ha acquistato Topsy per degli scopi legati a Twitter, bensì lo avrebbe fatto per sfruttare le enormi potenzialità di Topsy così da competere con Google per quanto riguarda il motore di ricerca.

Infatti le caratteristiche principali di Topsy sono il framework estremamente veloce e le funzionalità di ricerca e indicizzazione scalabili. Queste caratteristiche avrebbero spinto l’azienda di Cupertino ad acquistare Topsy, così da arrivare in un futuro non troppo lontano con un motore di ricerca realizzato in proprio e permettere all’utenza di abbandonare Google, offrendo ovviamente una valida alternativa.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close