Ecco la storia dell’app Borsa e della funzione voluta da Steve Jobs.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Fin dal lontano iOS 3 è presente sull’iPhone e sull’iPod Touch la famosa app Borsa con la quale tutti possono tenersi aggiornati sugli ultimi dati relativi alle varie aziende quotate in Borsa, tra cui la capitalizzazione ed il prezzo. Pochi sanno però che è stato lo stesso Steve Jobs a volere fortemente quest’app sui suoi dispositivi iOS, ma non per il motivo che starete sicuramente pensando. Infatti non era sua intenzione controllare ogni istante le quotazioni della sua Apple oppure lo stato del suo pacchetto azionario, bensì voleva semplicemente immortalare col suo iPhone l’avvenuto sorpasso della Apple sull’azienda del suo rivale più grande dell’epoca, cioè Bill Gates e la sua Microsoft.

La funzione relativa alla capitalizzazione dell’azienda, racconta Forbes, è stata introdotta su esplicita richiesta di Steve Jobs. Infatti all’epoca, nel lontano 2009, lo sviluppatore che si stava occupando della creazione dell’app Borsa non riteneva importante mettere anche il dato relativo alla capitalizzazione all’interno della sua app, considerando indispensabili soltanto le funzioni relative al prezzo e alla percentuale.

Ovviamente dopo la richiesta arrivata nientemeno che dallo stesso Steve Jobs, lo sviluppatore non ci pensò due volte ad aggiungere la funzione per la capitalizzazione. In questo modo Jobs voleva immortalare il momento in cui la sua azienda avrebbe superato Microsoft in termini di capitalizzazione di mercato. Soprattutto dopo la dichiarazione del ’98 rilasciata da Bill Gates, il quale aveva dichiarato che la Apple non avrebbe mai superato la sua azienda.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close