Ecco in che modo iPhone modifica la nostra corteccia cerebrale sensoriale

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Secondo uno studio europeo, sembra che l’uso frequente dello smartphone, possa essere in grado di alterare alcune aree cerebrali, in particolare quella relativa al pollice.

Tutti noi utilizziamo tutti i giorni iPhone o comunque smartphone in generale, utilizzando il pollice in maniera frenetica, bene questo studio rileva appunto che questa attività ha un impatto sul nostro cervello.

Nella nostra corteccia sommato-sensoriale ci sono tutte le aree di processamento del nostro corpo, ovviamente possono essere modificate almeno alcune in base al nostro comportamento,questo significa che un musicista ad esempio un violinista avrà l’area corticale corrispondente alle mani più sviluppata di una persona che non suona uno strumento.

Arko  Ghosh dell’istituto  di neuroinformatica presso l’università di Zurigo, con altri ricercatori, dell’università di Friburgo, hanno investigato su quella parte cerebrale particolarmente colpito dall’utilizzo del movimento delle dita.

37 persone destrimane sono state sottoposte ad elettroencefalogramma, questo per misurare il loro livello di attività corticale cerebrale, di cui 26 utilizzatori di smartphone con display touch  ed 11 utilizzatori di vecchi sistemi di telefonia, senza touch, lo studio si è svolto attraverso 62 elettrodi che sono stati in grado di registrare i potenziali generati dal movimento del pollice, indice e dito medio.

Bene il risultato è semplice, i possessori di smartphone presentavano una rappresentazione corticale cerebrale molto diversa dagli 11 che non possedevano uno smartphone.

“La Tecnologia digitale che utilizziamo quotidianamente, influenza il procedimento sensoriale cerebrale, con un’intensità che ci ha lasciato stupiti”.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close