Sony Z1 Compact: quando più piccolo è meglio

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Per lungo tempo, la tendenza prevalente con i telefoni cellulari è stata quella di renderli più piccoli e maneggevoli. L’ascesa degli smartphone con le  loro schede tecniche incessantemente migliorate ha portato ad abbandonare questa abitudine , ma ora Sony sembra voler tornare alle vecchie abitudini con il suo nuovo Xperia Z1 Compact .

Comunque lo si guardi, questo Compact è ancora un Xperia Z1 . Il processore e la fotocamera sono gli stessi, il software è identico e la progettazione fisica mantiene il suo mix di robustezza ed eleganza in un guscio impermeabile e lucido. L’unica differenza è che lo Z1 Compact restringe il tutto in uno schermo da 4,3 pollici.

Come ha detto recentemente il CEO di Sony mobile Kuni Suzuki: “siamo Sony , così faremo le cose un po’ diversamente.”

Il Compact Z1 va contro la tendenza alla continua espansione dei telefoni di punta Android e si ritrova ad occupare uno spazio stranamente trascurato tra gli iPhone da 4 pollici di Apple e la litania delle contendenti da 5 pollici.

Ma andiamolo a conoscere più da vicino.

Un unico pezzo di alluminio costituisce la cornice del telefono e lo trasforma in un corpo sublime  di rigido e robusto sentimento della tecnologia. Le sue linee rette taglienti sono identiche a quelle dello Z1 e, proprio come con il fratello maggiore, il nuovo Compact anche se più piccolo si sente forse troppo spigoloso in mano.  Questa è forse una lacuna significativa per un dispositivo che risulta in alcune situazioni un po’ difficile da gestire.

D’altra parte lo Z1 Compact è davvero un grande miglioramento rispetto allo Z1 in termini di facilità d’uso, ma finché Sony insiste con il design a blocchi , l’ergonomia ne continuerà a risentire. Altri piccoli difetti sono il connettore dock esposto sul lato sinistro della scocca,  il pulsante di alimentazione eccessivamente rigido e il bilanciere del volume spugnoso posto sulla destra.

Tuttavia lo Z1 Compact ha anche i suoi punti di forza: in primo luogo, a differenza della maggior parte dei telefoni di fascia alta, è impermeabile. È inoltre possibile utilizzare la Z1 Compact con i guanti, grazie all’aggiunta di una modalità touchscreen ipersensibile, inoltre è presente un tasto dedicato per la fotocamera, una caratteristica che sta tornando di moda e che rende sicuramente più agevole l’accesso alla fotocamera.

Ma la più grande impresa di Sony con l’ Xperia Z1 Compact la possiamo notare al suo interno. Unico tra i telefoni delle sue dimensioni, il Compact ha un processore 2.2GHz quad -core Snapdragon 800, 2GB di RAM e una fotocamera da 20 megapixel, una batteria da 2.300 mAh . Quando si aggiungono la radio wireless come Bluetooth 4.0 e NFC, il risultato finale è un device molto interessante.

Sony ha nascosto un unico speaker nella parte inferiore dello Z1 Compact, che fa un buon lavoro sulla trasmissione delle notifiche. Il device ha un display IPS da 1280 x 720 davvero molto bello e dai colori fedeli alla realtà.

In conclusione, con Xperia Z1 Compact, Sony  ha deciso di condensare il suo smartphone di punta Z1 in un form-factor più piccolo, ma è finito per produrre qualcosa di ancora migliore. Anche se più piccolo, la batteria del Compact è superiore rispetto a quella dello Z1, mentre il display IPS impregna il nuovo telefono di qualità e modernità, che mancavano ai precedenti device Sony. Il Compact inoltre dimostra con forza che si può costruire un telefono Android da 4.3 pollici senza comprometterne per forza le specifiche. La sua combinazione di potenza e durata della batteria, lo rendono assai competitivo. Ed è impermeabile, fattore non trascurabile.

L’ unico aspetto su cui Sony ha ancora da lavorare è il software: non montare l’ultima versione di Android 4.4 fin dall’inizio non è un segnale incoraggiante, ma confidiamo che sarà attenta alla propria utenza nel rendere sempre aggiornati i suoli ultimi device.

Ancora una volta Sony si è dimostrata attenta alle critiche migliorando molti aspetti, ma resta un altro telefono un po’ imperfetto da parte della società giapponese, anche se è quanto di più vicino al meglio che Sony sia riuscita a fare.

Chi di voi lo acquisterà?

DSC00576_verge_super_wide DSC03621_verge_super_wide DSC03588_verge_super_wide DSC03699_verge_super_wide DSC03684_verge_super_wide DSC03683_verge_super_wide

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close