La Commissione Europea vuole multare Facebook per l’acquisizione di WhatsApp.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Facebook, come ben sapete, nel 2014 ha acquistato il servizio di messaggistica istantanea WhatsApp per ben 19 miliardi di dollari, ma la spesa per Facebook non sembra essere finita qua. Infatti, la Commissione Europea ha da poco accusato l’azienda di Mark Zuckerberg di aver fornito a suo tempo delle informazioni errate e fuorvianti per quanto riguarda l’acquisizione in questione. Per questo motivo, ora Facebook rischia una multa di ben 179 milioni di dollari.

Infatti, il commissario Margrethe Vestager attraverso un comunicato stampa ha spiegato che Facebook “Fornisce informazioni errate o fuorvianti. Le aziende hanno l’obbligo di fornire informazioni precise alla Commissione nel corso indagini sulle fusioni. In questo caso specifico, la Commissione ha appurato che Facebook ci ha dato informazioni errate o fuorvianti durante le indagini sull’acquisizione di WhatsApp.”

L’obiettivo principale della Commissione Europea è quello di verificare se le acquisizioni di aziende sono state effettuate con dei fini anticoncorrenziali, ma questa recente accusa sembra essere stata fatta per quanta riguarda la condivisione dei dati tra Facebook e WhatsApp, la quale non è stata spiegata nel modo corretto, tralasciando quindi delle parte essenziali per la Commissione Europea.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close