Apple Pay per pagare i parcheggi

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Apple Pay ha visto il suo debutto da circa un mese negli Stati Uniti e sono sempre di più i servizi a disposizione degli utenti: è utilizzato dagli Apple Store, ma anche dai negozi American Eagle, Aeropostale, Bloomingdale’s, Champs Sports, Chevron, McDonald’s, Nike, Office Depot, Radio Shack e Walgreens.
Da poco è stata introdotta la possibilità di pagare anche i parcheggi, grazie a SpotHero, una startup di Chicago che ha presentato un’app in grado di supportare Apple Pay per pagare il parcheggio direttamente dal dispositivo Apple. Il servizio sarà inizialmente attivo a New York, Chicago, Washington, Boston, Philadelphia, Newark, Denver, Baltimora, Milwaukee, Minneapolis e New Orleans.
Negli Stati Uniti Apple Pay sta prendendo sempre più piede e le transazioni che passano attraverso il Touch ID di Apple sono in progressivo aumento.
Fin da quando è stato presentato, si era subito capito che ancora una volta Apple avrebbe dato vita ad una rivoluzione, questa volta nei pagamenti elettronici: infatti Apple Pay supporta i tre principali circuiti, American Express, Mastercard e Visa.
Speriamo che anche noi in Italia potremo beneficiare al più presto di questo nuovo modo di pagare in sicurezza.
Secondo voi quanto occorre aspettare ancora?

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close