Presto sulla lista dei prossimi acquisti Google: le Tecnologie indossabili

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Secondo un nuovo rapporto, il profilo hardware in continua evoluzione di Google potrebbe cambiare ancora una volta con l’acquisizione di una società di tecnologia indossabile. L’interesse della società a potenziali acquisizioni di aziende di tecnologia indossabile è stato rivelato qualche giorno fa da “The Information”, che cita tre fonti anonime apparentemente a conoscenza dei piani della società.

La notizia arriva dopo che Google ha annunciato un grande sconvolgimento nelle sue divisioni hardware: la società ha acquistato Labs Nest, creatore di un termostato intelligente per la casa, per 3,2 miliardi di dollari, mentre ha venduto la divisione hardware di Motorola Mobility a Lenovo per 2,91 miliardi dollari. Il nuovo rapporto ha anche ribadito le voci esistenti che Apple stia lavorando su un orologio da polso intelligente che tenga traccia delle informazioni dell’utente, quali dati di fitness e di sonno.

Il fatto che sia Google che Apple stiano orientandosi verso il mercato della tecnologia indossabile dimostra quanto questa direzione sia importante per gli sviluppi futuri.

Il prodotto indossabile di maggior successo non è venuto da una grande azienda di tecnologia, ma da una startup, Pebble, che proprio oggi (3 Febbraio) si appresta a lanciare un App Store dedicato al suo orologio intelligente. Certo, Google non è del tutto nuova per il mercato indossabile, in quanto la società ha offerto agli sviluppatori le versioni di prova della sua cuffia di vetro per qualche tempo. La società inoltre prevede di rendere i Google Glass un prodotto a disposizione del vasto pubblico in futuro. Fino ad allora, Google ha proposto un fantastico “Experience Tour” per gli Stati Uniti, che offre agli appassionati la possibilità di testare i Google Glass, anche se non sono membri della comunità di sviluppatori di Google.

Google ha anche rivelato una nuova lente a contatto intelligente che potrebbe monitorare i livelli di glucosio per i diabetici: tale lente a contatto indossabile potrebbe ottenere livelli di glucosio dalle lacrime dell’utente, rendendo più facile rintracciare i potenziali problemi di salute, senza la necessità di ricorrere a test invasivi.

Staremo a vedere cosa succederà ora che anche i giganti della tecnologia si muovono verso il mercato della tecnologia indossabile.

(via)

Potrebbe interessarti anche...

Close